Troppo caro!

Posted on June 02 2019

Troppo caro!

“Troppo caro! Chi viaggia sa quanto costano queste cose nei paesi d'origine e quindi sanno quanto guadagnano gli artigiani locali" Angela Roberts.

Questo Blog cerca di rispondere al dubbio espresso dalla signora Angela Roberts sulla pagina Facebook di SEP Jordan.

Riassumendo in una frase: i prezzi delle creazioni SEP sono diversi da quelli dei prodotti "locali" perch  si presume che i prodotti siamo diversi e che a prodotti diversi corrisponda una diversa struttura di costi.

Prendiamo per esempio uno scialle in lino ricamato SEP Jordan.

Lo scialle, la materia prima, viene importata dall'Italia in Giordania.

Al costo dello scialle che e' in lino stone-washed di alta gamma, bisogna aggiungere il costo di trasporto e dogana.

Una volta sdoganato lo scialle, dobbiamo trasportarlo al campo profughi di Jerash, dove vivono la maggior parte delle artiste SEP, 70km a nord di Amman (notare che i trasportatori ufficiali non consegnano al campo, per "ragioni di sicurezza").

All'Atelier SEP al campo di Jerash, la materia prima e' organizzata in magazzino e poi distribuita alla artista che assembla il "marka" (“marka” e' il canovaccio che permette all'artista ricamatrice di creare disegni geometrici composti da punti-croce); assemblato il canovaccio, il prodotto viene distribuito all'artista ricamatrice. Il team SEP al campo gestisce e coordina 525 artisti ricamatrici e un'Accademia dove la loro tecnica viene perfezionata.

Le ricamatrici SEP vengono pagate settimanalmente, appena ciascuna creazione passa il controllo qualita', a seconda della quantity' di filato utilizzato per il ricamo e SEP paga il 50 percento in piu' rispetto ai prezzi di mercato. Solitamente, assemblaggio e rimozione del canovaccio sono inclusi nel prezzo per gomitolo di filato, ma SEP retribuisce questa operazione separatamente.

Terminato il ricamo e passato il controllo qualita', si rimuove il canovaccio, un filo alla volta. 

Un'altra persona si occupa di "finire" le creazioni (alcuni pezzi richiedono assemblaggio e tutti le etichette); poi lavate e stirate (un'altra persona dedicata a questo compito) e impacchettate nei sacchetti in cotone SEP.

Una volta ricamate, le creazioni sono per la maggior parte spedite in Svizzera: ancora una volta trasporto e dogana. 

Arrivate in Svizzera, distribuiamo le creazioni SEP tramite il negozio online, quello di Carouge e tramite i super negozi che ci rappresentano. 

Il nostro ufficio a Ginevra si occupa di tutte le attività' di marketing e comunicazione, con l'aiuto di un network di professioniste freelancer, da Crema a Londra.

Una volta venduto, lo scialle va consegnato, sopratutto se acquistato online, e l'IVA pagata.  

Non dimentichiamo l'input fondamentale - nonché costoso - di avvocato, contabile e revisore dei conti.

Quando si e' tentati di fare confronti fra prezzi, sarebbe bene domandarsi:

  • Sto confrontando una qualità' di lavoro e materiali simile?
  • Le artiste ricamatrici sono pagate in maniera adeguata in entrambi i casi?
  • Si tratta di prodotti studiati, eseguiti e finiti con la stessa cura?
  • Entrambi i prodotti sono acquistabili in tutto il mondo, o soltanto nel mercato locale?
  • E' inclusa l'IVA in entrambi i prezzi?
  • Il prezzo delle due creazioni include la spesa da sostenere per comunicare la storia? Più diffusa é la storia, più sostenibile e longevo l'impatto del mio acquisto: le artiste SEP potranno guadagnare più a lungo. 

In altre parole: produrre e portare nel mondo un manufatto di alta qualita' é complicato e richiede intanto il talento e la pazienza delle artiste che vivono in un campo profughi, ma anche una lunga serie di altri input che ne garantiscono il successo. 

Ogni acquisto SEP genera molto di piú di un reddito per l'artista che lo ha creato: contribuisce a rendere il business sostenibile, e se il business é autosufficiente, puó generare un impatto positivo sulla comunità, protratto nel tempo.

Want to follow the SEP news and learn more about us?

SIGN UP FOR OUR NEWSLETTER

Email subscribe